Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

Il piano OMEGA è un piano di formazione continua rivolto a 226 lavoratrici e lavoratori provenienti da 42 imprese localizzate nella Regione Emilia-Romagna, già iscritte a Fondimpresa al momento della presentazione della domanda.
Partendo dall’analisi del contesto (sistema economico e produttivo emiliano/romagnolo, caratteristiche strutturali, strategie del Governo regionale, andamento del mercato del lavoro), si è giunti a delineare il quadro entro il quale operare identificando gli assi su cui orientare le attività di informazione e promozione rivolte alle imprese rispetto alla formazione in materia di competitività. A seguire, è stata approfondita l’indagine aziendale: in particolare sono stati esaminati gli interventi che le aziende hanno messo in atto per un migliore posizionamento nel proprio mercato e/o un aumento di visibilità e, quindi, competitività; progetti che, per essere implementati ed avere il necessario successo, richiedono il coinvolgimento attivo delle persone presenti in azienda. Persone che dispongono di un bagaglio culturale, di competenze ed esperienza lavorativa che impatta sul cambiamento: svolgere nuove attività, adeguare la propria professione alle mutazioni aziendali comporta delle criticità, fa emergere dei gap.
Da ciò nasce un’esigenza di formazione che verte su 3 delle aree tematiche previste dall’Art. 3 dell’Avviso 1/2020 per un totale di 46 corsi che, moltiplicati per le 140 edizioni previste, cubano 2248 ore di formazione. La maggior parte delle imprese è sensibile al tema della qualità, alle tematiche legate alle tecniche di produzione e alla gestione aziendale per fronteggiare il cambiamento e innovare processi ed organizzazione in ottica competitiva, in particolare:
21 imprese hanno manifestato fabbisogni formativi nell’area tematica A) Qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti per un totale di 1136 ore 
17 imprese presentano un’esigenza relativa all’area B) Innovazione dell’organizzazione per un totale di 816 
6 imprese sono orientare a formare i dipendenti rispetto all’area tematica C) Digitalizzazione dei processi produttivi per un totale di 296 ore 
La pandemia di Covid-19 ha accentuato l'importanza di disporre delle necessarie competenze per i settori strategici da perseguire, navigando attraverso le transizioni professionali. In particolare, ha fatto emergere la necessità di riconvertirsi professionalmente o perfezionare le competenze di cui già si dispone per stare al passo con i cambiamenti del mercato del lavoro, ha reso più esplicita la necessità di disporre di competenze digitali per molti aspetti della vita professionale delle persone e per le organizzazioni delle aziende, più in generale ha inciso sulla esigenza delle persone di ricevere un’istruzione e una formazione adeguate a ottenere buoni risultati nella vita (ricerca del benessere personale e professionale). La Commissione, infatti, pone le competenze al centro dell’Agenda politica dell’UE, indirizzando gli investimenti verso le persone e le loro conoscenze per una ripresa sostenibile dopo la pandemia di Covid-19. L’Agenda per le competenze proposta dalla Commissione Europea e pubblicata lo scorso 2 Luglio 2020 è alquanto ambiziosa poiché fissa obiettivi quantitativi impegnativi per lo sviluppo delle competenze (Up-Skill = miglioramento delle competenze esistenti) e la riqualificazione (Re-Skill = acquisizione di nuove competenze) da conseguire entro i prossimi 5 anni. 
La formazione dei lavoratori è quindi strategica per il successo di un’azienda.
Da tali considerazioni prende le mosse il piano OMEGA che mira a definire strumenti e metodi atti a sostenere lo sviluppo competitivo delle imprese e attraverso esso la qualificazione dei processi e dei sistemi territoriali di riferimento. 
 
Pin It

Pensieri...

CFO asks CEO: “What happens if we invest in developing our people and then they leave us?”

 

CEO: “ What happens if we don’t, and they stay?”